Goran Bregovic al Festival di Majano l’8 agosto 2023

Il balkan party dell’estate del Nordest è al Festival di Majano. Dopo l’ufficializzazione del concerto del rapper Salmo, la 63° edizione del festival annuncia oggi la serata evento dedicata agli appassionati di musica balkan e non solo, che vedrà protagonista l’icona mondiale di questo genere musicale, Goran Bregovic. Assieme alla sua fedele Wedding and Funeral Band, il musicista e compositore serbo scatenerà il pubblico dell’area concerti del festival con il suo stile e energia unici, il prossimo 8 agosto 2023. Ad impreziosire l’evento ci sarà l’esibizione in apertura del fenomenale trombettista Eusebio Martinelli assieme alla Gipsy Orkestar, da anni fra i più importanti rappresentanti del balkan italiano. I biglietti per l’evento saranno in vendita sul circuito Ticketone dalle 12.00 di sabato 18 febbraio. Tutte le info su www.promajano.it e www.azalea.it .

Lo show che Goran Bregović porterà sul palco di Majano sarà un mix dei suoi storici successi e brani tratti dai suoi album più recenti, e non mancherà qualche anticipazione sul nuovo progetto che uscirà a breve. Uno spettacolo completo, pieno, forte e divertente che ancora una volta regalerà al pubblico italiano un’esperienza live carica di energia e dinamismo: un concerto tutto da vivere e ballare. Il musicista e compositore balcanico più celebre al mondo sarà affiancato dalla sua Wedding and Funeral Band – trombe, tromboni, grancassa, clarinetto, sassofono e voci bulgare – il cui virtuosismo ci ricorda che nei Balcani la musica è suonata in versione “turbo folk”. Compositore contemporaneo, musicista tradizionale o rock star, non ha dovuto scegliere – ha combinato tutto per inventare una musica che è allo stesso tempo universale e assolutamente sua. Bregovic porta in sé il melting pot che ha caratterizzato tutto il suo lavoro. Con la radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock, dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere.

Tutto da ballare anche il nuovo progetto ideato e realizzato da Eusebio Martinelli, fra i più importanti trombettisti italiani che ha collaborato con Negramaro, Demo Morselli Big Band, Modena City Ramblers, Vinicio Capossela, e dalla “Gipsy Orkestar”, che presenteranno a Majano il nuovo album “Sbam!”, che segna la ripartenza del gruppo dopo gli anni della pandemia. Per Martinelli e la sua band, essere Gipsy prescinde dal genere musicale, significa tenere fede ad uno spirito di movimento, avventura ed emozione in ogni circostanza, anche durante i periodi bui. Il centro gravitazionale di questo progetto sono da sempre i concerti, l’energia del live, il contatto con le persone e l’annullamento di ogni barriera fra palcoscenico e pubblico.

Il 63° Festival di Majano è organizzato dalla Pro Majano, in collaborazione con Regione Friuli Venezia GiuliaPromoTurismoFVGComune di MajanoAssociazione regionale tra le Pro LocoComunità Collinare del FriuliConsorzio tra le Pro Loco della Comunità Collinare.