Da gennaio 2.646 rintracci di migranti al confine di Tarvisio

“Il nostro sistema sta affrontando e gestendo egregiamente un’ondata migratoria che, con picchi di 20-30 al giorno, continua a caratterizzare il nostro territorio”. Lo ha detto il Questore di Udine Claudio Cracovia, citando le 2.615 richieste di asilo politico arrivate negli ultimi 12 mesi, a segnalare un flusso di migranti che spesso resta sul territorio friulano e formalizza la richiesta di protezione internazionale. Flusso che richiede notevole impiego di risorse.

questore udine cracoviaA Tarvisio da gennaio si sono contati 2.646 rintracci. Le riammissioni attive, dall’Italia all’Austria, sono state 488 su un totale di 497 richieste; le passive, Austria-Italia, sono state 25 su 46 proposte. “Se prima arrivavano su strada, ora viaggiano essenzialmente in treno”.
Sono 21 i passeur arrestati dal primo gennaio dalla Polizia di frontiera.

Terrorismo: in provincia di Udine “la guardia è alta, come nel resto del Paese. C’è allertamento da tempo con adozione di misure preventive ma non ci sono segnali concreti di minacce terroristiche”.

LA SITUAZIONE DEI REATI IN PROVINCIA

Reati in calo in provincia di Udine: complice la presenza costante e serrata di polizia sul territorio, ne sono stati segnalati alla questura 2.620 dal primo maggio 2015 al 30 aprile 2016, contro i 3.059 dell’analoga annualità precedente. In calo scippi e furti, raddoppiate invece le persone denunciate in stato di libertà, arrivate a quota 1.453, dato questo fisiologico per la Polizia, in quanto nel computo rientrano anche tutti gli stranieri rintracciati che fanno ingresso illecito in Italia.