Gemona diventerà l’Isola Felice del ciclista

“Sin dal suo insediamento l’Amministrazione ha compreso il potenziale che il cicloturismo può contribuire allo sviluppo socio economico di Gemona e del territorio, crocevia di ciclabili di valenza sovraregionale come la FVG1, la FVG3 e la FVG6, servite anche dalla stazione ferroviaria e dell’autostazione, proiettando la cittadina in un futuro che guardi con favore e attenzione a pedoni e ciclisti, prestando attenzione alla mobilità sostenibile”.

Parole degli assessori Davis Goi e Mara Gubiani nel presentare il progetto “Isole Felici del ciclista”, iniziativa inserita nell’ambito di Sportland.
Oltre alla pianificazione della rete ciclabile, condivisa con la Regione, la Comunità di montagna ed i Comuni limitrofi e non, che si concretizzerà con il Biciplan anche grazie al contributo che molti cittadini hanno voluto proporre, prende ora corpo, infatti, l’individuazione capillare di aree e servizi a favore dei ciclisti.

Le Isole Felici del ciclista, che verranno realizzate grazie a finanziamenti europei attraverso il Gruppo di Azione Locale Openleader, sono uno dei primi passi concreti in questa direzione e prevedono stalli per le biciclette, ricariche ebike, punti con attrezzi per le manutenzioni, monitor informativi ed altri strumenti digitali a favore di cittadini e turisti, esperienze queste recepite da altre realtà europee.

Le prime Isole saranno completate nelle prossime settimane ad Ospedaletto alla Piazzetta, presso la Piscina/Centro studi, in prossimità della Stazione Ferroviaria, in Piazza Garibaldi ed in Piazza del Ferro, nella quale sarà realizzato anche un lavaggio delle bici.

“Ma molti luoghi saranno integrati con attrezzature volte ad accogliere e facilitare la sosta dei ciclisti ad Ospedaletto sopra la chiesa di Santo Spirito ed in Largo Beorcje, a Sella Sant’Agnese e lungo la ciclabile principale” aggiungono Goi e Gubiani.

“E’ evidente che dobbiamo modificare il modo di organizzare gli spazi pubblici – evidenzia Goi -. così come restringere le carreggiate per le auto e creare spazi per la fruizione di ciclisti e pedoni, definire sensi unici, ma soprattutto con il passare della pandemia, la gente oltre che sentire l’esigenza di una fluida mobilità sostenibile, sentirà sempre più la necessità di avere luoghi dove incontrarsi e socializzare; queste isole del ciclista avranno anche questa funzione”. 

“Prosegue inoltre – fa sapere il consigliere Andrea Palese – l’incremento della segnaletica e cartellonistica volta ad agevolare l’orientamento per i visitatori di Gemona e dello straordinario territorio che ci circonda”.

Prosegue quindi il piano per far diventare Gemona una città Bike Friendly. “Un piano ambizioso e lungimirante – dichiara il sindaco Roberto Revelant -, che trova origine nel programma di inizio legislatura e passo dopo passo si sta concretizzando. Ci faremo trovare pronti ad accogliere nei prossimi anni un numero sempre maggiore di ciclisti, certi che anche le attività economiche sapranno organizzarsi alla nuove esigenze dei turisti.”

Commenta con Facebook