Euroleader, Forza Italia all’attacco di Brollo e Marsilio

Sul tema Euroleader, il Gruppo di Azione locale della Carnia, finito nelle ultime settimane al centro di diverse polemiche a seguito delle dimissioni di due dei consiglieri d’amministrazione, interviene Forza Italia dell’Alto Friuli con particolare riguardo agli atteggiamenti assunti nell’ultima assemblea da parte del sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo nella sua qualità di presidente dell’UTI e del consigliere

Luigi Cacitti

regionale Enzo Marsilio “che dopo aver rassegnato le dimissioni da presidente del Borgo Soandri Soc. Coop. a.r.l., a seguito delle note vicende di cronaca che hanno riguardato gli alberghi diffusi – scrive in una nota Luigi Cacitti – si è fatto delegare dalla stessa cooperativa partecipando quindi alla votazione del nuovo cda indicando la signora Lucia Miotti, mentre il presidente dell’UTI, forte delle sue quote pari al 49,7% del Gal indicava il signor Federico Piutti (figlio del ex sindaco Iginio Piutti)”.

“Nella foga di silurare il presidente uscente dott. Claudio Cescutti – prosegue la nota di Forza Italia – nominavano di fatto due rappresentati in quota pubblica, il rappresentate di riferimento dei privati risultava essere il sig. Michele Mizzaro segretario del PD tolmezzino, presidente di Friulmont, consigliere comunale di Tolmezzo nonché titolare Centro di Assistenza Agricolo, il tutto in spregio alla normativa vigente che prevede la presenza in CDA di tre componenti di cui due di espressione dei soggetti privati ed uno solo di espressione dei soggetti pubblici. Fa sorridere il fatto che nelle sue dichiarazioni alla stampa all’indomani di tali nomine il sindaco Brollo dopo aver silurato il presidente Cescutti lo abbia pubblicamente ringraziato per la competenza dimostrata nella gestione di Euroleader sembra di rivivere la stessa situazione avvenuta un anno fa con il dott. Fabrizio Luches presidente di Carniacque (due noti professionisti nominati in quota PD e poi sfiduciati dallo stesso partito per non essersi piegati a certi diktat)”.
Forza Italia si chiede se “Francesco Brollo abbia avuto delega da parte dei sindaci componenti l’UTI Carnica per defenestrare il presidente uscente Claudio Cescutti (il quale comunque ha ottenuto nelle votazioni il 22% delle quote detenute dai soci privati) indirizzando il proprio sostanziale appoggio per la nomina del sig. Piutti”.
Forza Italia esprime “forte preoccupazione in quanto ai prime del mese di giugno scadono i termini per comunicare alla Regione FVG il rispetto dei dettami dei regolamenti UE e di quelli del bando regionale, il problema è che al momento attuale Euroleader, pur essendo operativa quale semplice Srl è carente di uno dei criteri di ammissibilità e quindi è a rischio concreto di vedersi revocato il finanziamento di ben 6 milioni di Euro”.
Forza Italia in Carnia sulla riforma degli enti locali “ha preferito evitare di gettare benzina sul fuoco nella speranza che l’UTI potesse diventare un vero Ente di governance per il territorio, ma l’atteggiamento autoritario ed irresponsabile assunto da Brollo anche in quest’ultima occasione mina di fatto la sopravvivenza dell’UTI.
In tal senso già nel prossimo consiglio comunale di Tolmezzo e in quello Regionale verrà presentata da parte dagli esponenti di Forza Italia una interrogazione sulla vicenda”.

Commenta con Facebook