Cacciatori in difficoltà a Sappada, interviene l’elicottero sanitario

Tra le 12 e le 14 di oggi la stazione di Sappada del Soccorso alpino e speleologico è intervenuta, assieme all’elisoccorso regionale, con un tecnico di elisoccorso e alle squadre terra (tre soccorritori pronti a coadiuvare), ad una operazione di soccorso in quota nei pressi del Monte Piana, a Sappada.

Sul versante sud occidentale del monte due cacciatori, un 27enne sappadino e un 53enne di Tolmezzo, si trovavano in estrema difficoltà non riuscendo più a proseguire in una direzione né nell’altra. I due erano dal mattino in sopralluogo di proposito in un’area senza sentieri e sono rimasti bloccati in un tratto molto ripido con rocce instabili, neve, terreno gelato e erba in posizione esposta. Hanno contattato direttamente i soccorritori della stazione di Sappada e questa ha provveduto tramite la centrale operativa ad allertare la Sores.

L’operazione di recupero è stata molto delicata perché i due si trovavano, a distanza di alcuni metri l’uno dall’altro, entrambi in posizioni esposte e pericolose. Il tecnico di elisoccorso, caricato a bordo del velivolo assieme ad un altro soccorritore prelevato in base sono stati alternatamente calati con il verricello a poca distanza dal luogo in cui si trovavano i due richiedenti aiuto e hanno dovuto preparare due soste di sicurezza per calarsi da loro, raggiungerli e recuperarli in un luogo dal quale l’elisoccorso avrebbe potuto imbarcarli. Uno dei due cacciatori si trovava ormai allo stremo delle forze ancorato solamente con un piede ad una roccia precaria.