«È fondamentale riaprire i Punti di primo intervento di Gemona e Cividale»

“Continuo a ricevere le sollecitazioni dei cittadini di Gemona, di Cividale del Friuli e delle Valli del Natisone, sempre più preoccupati per il destino degli ospedali territoriali. Nel corso degli anni molti reparti e i Pronto soccorso sono stati depotenziati: è quindi fondamentale che almeno i Punti di primo intervento (Ppi), attraverso i quali vengono gestiti i bisogni assistenziali e terapeutici minori, nonché trattate in prima istanza le emergenze sanitarie, vengano riaperti. La Giunta dia indicazioni precise in merito”.

Lo afferma in una nota la consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini), annunciando di aver depositato un’interrogazione in cui chiede al vicegovernatore Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, di comunicare “quando verranno riattivati i Punti di primo intervento che servono Cividale, le Valli del Natisone, Gemona e i territori limitrofi”.

L’esponente civica conclude la nota ponendo un quesito: “Dopo l’esternalizzazione dei Punti di primo intervento di Maniago e Sacile, che accoglieranno quindi personale medico e infermieristico gestito da privati, saranno privatizzati anche i Ppi di Cividale e di Gemona?”.

Commenta con Facebook