Due escursionisti perdono la vita sulla cresta del gruppo del Piancavallo

La stazione di Pordenone del Soccorso alpino e speleologico ha recuperato due persone senza vita questo pomeriggio sulla linea di cresta del gruppo del Piancavallo.
L’allarme in stazione è arrivato intorno alle 13 tramite NUE112, che segnalava una caduta in Val Sughet, sull’Alta via dei Rondoi, un sentiero attrezzato che attraversa le cinque cime del Piancavallo.
Lì un uomo di San Giorgio di Nogaro, Francesco Mizzau del 1973, è precipitato davanti agli occhi dei compagni di escursione cadendo per duecento metri. Il gruppo era salito sulla Cima dei Furlani e stava scendendo verso la Forcella dei Furlani quando su un tratto in traverso a quota 2000 l’uomo ha perso aderenza precipitando.
L’elicottero della centrale operativa di Udine ha condotto sul posto il medico e il tecnico di elisoccorso che hanno constatato il decesso dell’uomo.
Durante la perlustrazione in elicottero il personale a bordo ha però contestualmente avvistato un altro corpo senza vita sulla stessa cresta, a quota 1800 circa. Si tratta di un uomo di Porcia, Marzio Verardo del 1968, il quale era in traversata da solo, poco più avanti del punto in cui è avvenuto il primo incidente.
Entrambi gli escursionisti, cosi come i tecnici dell’elisoccorso, sono stati recuperati con l’elicottero della Protezione Civile. Le due vittime erano attrezzate e indossavano i ramponi.
Commenta con Facebook