Donati 23.000 kg di pellet di legno al Comune di Forni di Sopra

I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM) in servizio presso l’Ufficio delle Dogane di Trieste e i militari della Guardia di Finanza, hanno dato seguito ad una nuova iniziativa di sostegno alle organizzazioni e agli Enti territoriali e No Profit che operano nel settore sociale, procedendo alla donazione di beni utilizzabili in favore delle popolazioni residenti sul territorio regionale.

Nello specifico, la conclusione di una recente operazione di sequestro che aveva permesso di individuare, presso l’Autoporto di Fernetti, una partita di 23.000 kg di “Pellet di legno” recanti un noto marchio di Certificazione di Qualità contraffatto, ha indotto la competente Autorità Giudiziaria, una volta definito il procedimento penale avviato, a disporre la confisca della merce, autorizzandone la successiva donazione ad un Ente “no-profit”; la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM)– che avevano congiuntamente sviluppato l’operazione di contrasto ai traffici illeciti – hanno provveduto ad individuare i possibili Enti destinatari del biocombustibile addensato confiscato.

Tra questi, il Comune di Forni di Sopra impiegherà il particolare combustibile nel moderno impianto di teleriscaldamento a biomassa forestale di proprietà comunale, fornendo calore a scuole, alla sede municipale, al centro anziani e ad associazioni locali, mentre le ulteriori Associazioni “no profit” individuate ne faranno uso per il riscaldamento dei propri locali adibiti ad attività sportive e/o all’ospitalità ed alla cura di persone disabili.

Guardia di Finanza e ADM sono in prima linea nelle iniziative di supporto verso le realtà locali impegnate in attività con finalità sociali, a testimonianza del rispettivo, costante impegno nella tutela della legalità e del cittadino, con particolare attenzione alle fasce più deboli.