Donate 177 “scatole di Natale” agli ospiti delle case di riposo dell’Alto Friuli

Anche quest’anno alcuni volontari di Trasaghis e Bordano, con il patrocinio dei due Comuni, hanno adottato l’idea delle “scatole di Natale”, da regalare alle persone ospiti delle case di riposo.

Si tratta di comuni scatole per scarpe all’interno delle quali si potevano trovare abbigliamento invernale (calzetti, guanti, foulard, berretto, sciarpa), un prodotto di igiene (shampoo, crema mani, burrocacao, dopobarba, bagnoschiuma, saponette), dolciumi (biscotti, cioccolato, caramelle), un passatempo o un gadget (carte da gioco, cornice, vasetto con un bulbo), un biglietto gentile e un disegno (anche realizzati da bambini).

L’iniziativa ha trovato una notevole risposta: sono stati ben ben 177 i pacchetti concepiti, arrivati, oltre che dalle comunità di Trasaghis e Bordano, anche da Pioverno, Gemona, Osoppo, Buja, Ragogna e altre località.

Nei giorni che hanno preceduto il Natale è stata effettuata la distribuzione alle case di riposo di Tolmezzo, Paluzza, Moggio, Gemona (privata e comunale), Venzone e Tarcento.

Il senso dell’iniziativa può essere riassunto nelle parole di Elena, una delle volontarie che hanno curato la raccolta: “La gioia che abbiamo provato noi volontari speriamo sia stata pari a quella degli anziani, radici sempre vive della nostra identità”.

(foto di Caterina Stefanutti)