Dm Elektron, lunedì gli operai tornano in fabbrica

Si è conclusa venerdì pomeriggio l’assemblea con i lavoratrici e lavoratori della DmElektron ha cui ha partecipato il Segretario generale della Fim Cisl Marco Bentivogli, per portare sostegno alle lavoratrici e lavoratori in presidio da una settimana per difendere il loro posto di lavoro.

I lavoratori valutano positivamente, ma con riserva, il percorso indicato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in cui c’è un primo impegno da parte dell’azienda, come richiesto dalle organizzazioni sindacali a mantenere l’impegno lavorativo e occupazionale nel sito di Buia.

Un primo risultato della mobilitazione del sindacato. E’ sospeso quindi lo sciopero e rimosso il presidio fuori i cancelli della fabbrica con la disponibilità dei lavoratori alla ripresa dell’attività lavorativa.

Rimane però lo stato di agitazione, “il piano infatti risponde solo parzialmente alle nostre richieste, per noi serve un impegno chiaro sul futuro del sito di Buja con un piano industriale che indichi investimenti, prodotti e occupazione. Combatteremo questo modo di fare impresa. Sono qui perché non si può non stare con l’Italia migliore che lotta per il lavoro e passerà un Natale di preoccupazioni. Sono a Buia per stare con tutti le lavoratrici e i lavoratori che lottano per il lavoro e perché sia un Natale di speranza per tutti e un nuovo anno in un paese che impari a rispettare chi si sveglia tutte le mattine per farlo crescere con un lavoro onesto” ha dichiarato Bentivogli.

Commenta con Facebook