Dalla Regione 56 milioni per far slittare il pagamento della seconda rata Irap

La Giunta regionale ha approvato emendamenti all’assestamento autunnale di bilancio per un totale di 64 milioni di euro. Lo ha comunicato l’assessore alle Finanze, Barbara Zilli.
La voce principale pari a 56 milioni di euro riguarda lo slittamento della seconda rata Irap 2022 per le imprese, che avranno la possibilità di versare l’acconto in sede di saldo. “Una risposta importante da parte dell’Amministrazione – ha evidenziato Zilli – sia in termini di equità tributaria, sia per garantire liquidità alle nostre aziende in questo periodo segnato dai rincari energetici. Questa iniziativa dimostra come la Regione intenda dare fiducia a chi fa impresa e garantisce l’occupazione nel nostro territorio. Poter versare l’imposta sulla base di quanto effettivamente prodotto nel 2022, senza limiti né di tipologia né di fatturato, rappresenterà certamente un’importante boccata d’ossigeno per l’intero sistema produttivo del Friuli Venezia Giulia”.
Altri 10 milioni di euro saranno stanziati a favore dei Comuni al fine di contrastare le difficoltà legate al caro energia. Ammonta invece 1,36 milioni di euro la somma destinata a Fvg Strade per l’aumento dei costi di illuminazione della rete viaria e delle gallerie, mentre le opere di messa in sicurezza della viabilità attorno all’area ex Dormisch a Udine saranno finanziate con un importo di 800mila euro.
Infine il fondo di rotazione per l’agricoltura prevede 2 milioni di euro di contributi per spese di investimento per la commercializzazione della produzione agricola nel territorio regionale.