Dalla Provincia 550 mila euro per il Fondo Montagna

Arrivano risorse importanti sul territorio per sostenere progettualità in diversi ambiti, dal pubblico al privato.La Provincia di Udine stanzia infatti circa 2,5 milioni di euro di cui 1 milione 784 mila euro di spesa corrente e 700 mila euro in conto capitale.

Pietro Fontanini
Pietro Fontanini

Una manovra definita dalla Giunta e inserita tra gli argomenti che saranno discussi domani, martedì 27 ottobre, nel corso della seduta del consiglio provinciale convocato per le 9.30. Il presidente Fontanini dettaglia questo importante trasferimento di fondi. “Si tratta di una manovra che ci permette di finanziare settori per i quali non avevamo previsto risorse a inizio anno oppure di integrare la dotazione inserita nel documento contabile di previsione per alcune attività. Molto significativa l’attenzione destinata alla montagna con una dotazione del fondo pari a 550 mila euro. Con queste risorse – spiega Fontanini – intendiamo dare un aiuto alle zone davvero più marginali della nostra montagna, ovvero alle comunità che si trovano nelle fasce di zona B e C dove davvero vivere o fare impresa è più difficile. Saranno sostenute attività proposte dagli enti locali e dai soggetti privati finalizzate a sostenere l’occupazione e lo sviluppo”.

Quanto alla destinazione delle cifre della variazione di bilancio, vengono sostenute iniziative di promozione della produzione tipica locale (42 mila euro) e in modo ancor più massiccio le attività culturali comprendenti anche musica, cinema, spettacoli e musei (per un totale di 350 mila euro). Rimpinguati i capitoli per la manutenzioni ordinarie di immobili sedi scolastiche e di alcune palestre (317 mila 500 euro); 30 mila euro sono destinati ad associazioni ed enti per la promozione della lingua friulana. Come detto ben 550 mila euro di cui 150 di parte corrente e 400 di parte capitale costituiscono la dotazione finanziaria del Fondo montagna 2015.  80 mila euro, invece, andranno ad integrare i fondi regionali (l.r. 14/91) per l’abbattimento delle rette per le scuole paritarie, medesima cifra per il nuovo protocollo d’intesa con l’Università di Udine per l’anno accademico 2015-2016.

E’ di complessivi 360 mila euro il plafond destinato alle associazionismo di cui 250 mila per realtà sportive e folcloristiche, 50 mila euro alle attività di orientamento musicale e 60 mila euro alle scuole di musica. 160 mila euro la cifra complessiva destinata alle attività in ambito turistico, 10 mila euro verranno invece destinati a iniziative per la sicurezza stradale. Stesso importo anche per la riserva di caccia di Malborghetto-Valbruna per l’installazione di dissuasori stradali. Nella parte di maggiori spese in conto capitale, da segnalare 100 mila euro rivolti ai Comuni per l’ammodernamento delle aree di fermate del trasporto pubblico locale, 100 mila euro di contributi a soggetti privati in materia di edilizia scolastica, 40 mila euro di risorse destinate alle associazioni per i restauri delle opere d’arte.