Dalla Carnia in strada per dire No al trasferimento di migranti alla “Cantore” di Tolmezzo

Oltre 300 persone hanno preso parte ieri sera a Tolmezzo al flash mob promosso contro l’ipotesi di trasferimento di migranti all’interno della ex caserma Cantore del capoluogo carnico. Decisione congelata dopo l’incontro della scorsa settimana tra il sindaco Francesco Brollo e il prefetto di Udine Angelo Ciuni, fino all’arrivo del ministro Lamorgese previsto per martedì prossimo.

La manifestazione promossa dai leghisti Aurelia Bubisutti e Stefano Mazzolini, era stata dichiarata apartitica e trasversale, si sono visti una decina di sindaci sui 28 della Carnia con la fascia tricolore, ma non il primo cittadino di Tolmezzo; presenti anche l’europarlamentare Elena Lizzi, i deputati Tondo e Rizzetto, rappresentanti della Lega e Fratelli d’Italia con le bandiere di partito, alcuni vessilli con l’Aquila del Friuli.

Ad aprire gli interventi dal palco il già sindaco di Tolmezzo Dario Zearo, quindi a nome dei primi cittadini presenti ha parlato Marco Lenna, sindaco di Forni di Sopra, a ruota gli interventi degli altri rappresentanti politici con l’invito a fare strategia territoriale e trasversale per evitare il trasferimento, “mettendo spalle al muro il centro sinistra” ha detto il deputato Renzo Tondo.

Queste le voci di Mazzolini, Bubisutti e Lizzi

Commenta con Facebook