Da Coni e medici sportivi Fvg indicazioni utili sulle visite d’idoneità agonistica

Sul tema delle visite medico sportive il presidente del Coni FVG Giorgio Brandolin e il collega della Fmsi (Federazione Medico Sportiva Italiana), il dottor Fernando Agrusti, hanno inviato una comunicazione a tutte le società sportive regionali.
.
“In questo particolare periodo legato alla pandemia del COVID-19 e alla parziale riapertura delle attività sportive, per ora solo individuali – scrivono i due presidenti -, volevamo ricordare che nulla è cambiato rispetto all’obbligo, indicazioni e modalità di esecuzione della visita d’idoneità agonistica previste dal Decreto Ministeriale del 18 febbraio 1982 “Norme per la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica“, ovvero visita generale con determinazione del peso corporeo e della statura, esame obiettivo, esame generico dell’acuità visiva, ECG a riposo e dopo sforzo, Spirometria, esame urine. Le visite verranno eseguite nella massima sicurezza seguendo le raccomandazioni della Federazione Medico Sportiva Italiana nonché dei Decreti Ministeriali e delle linee guida della Presidenza del consiglio dei Ministri e non rappresentano nessun rischio per la salute degli atleti”.

L’invito, quindi, è di controllare la scadenza, solitamente annuale, del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica, indispensabile anche per riprendere gli allenamenti e a prenotare per tempo le visite.

“Per quanto riguarda il post apparso sul sito di un Comitato Regionale di una Federazione del FVG, si precisa che quanto scritto è una opinione personale, espressa a quanto ci risulta in piena emergenza COVID-19 – si conclude la nota di Brandolin e a Agrusti –. Si ricorda inoltre che è nostra conoscenza che le tre Aziende Sanitarie del FVG, a cominciare da quella di Trieste-Gorizia, riprenderanno le visite mediche sportive, presso i loro centri, a fine mese. Vi daremo comunicazione puntuale in merito”. 

Commenta con Facebook