Da Art.Cart di Moggio, Regione e Cramars un corso sulla lavorazione della carta

Art.Cart di Moggio Udinese è un’eccellenza friulana nel mondo della carta, assurta all’attenzione internazionale per avere concepito e prodotto la carta alimentare 100% riciclabile più sottile del mondo; un’azienda innovativa e in forte espansione che, in controtendenza con i trend nazionali, prevede nuove assunzioni nel 2023 per far fronte alla sua costante crescita. “Dal 2020 a oggi, stiamo vivendo una forte espansione in Italia e all’estero – commenta Carlo Tavella, presidente di Art.Cart -. Questo perché anche in una congiuntura complicata come questa, continuiamo a investire in innovazione in nuove tecnologie e, soprattutto, nelle persone. Sviluppiamo competenze che ci permettono di presentarci sul mercato con prodotti sempre all’avanguardia e di guardare al futuro con serenità. Per questo vogliamo ampliare il nostro organico con figure altamente professionalizzate nel settore”.

Al fine di assumere figure formate, insieme al Servizio alle Imprese della Regione FVG e alla cooperativa sociale Cramars, Art.Cart ha creato il corso di formazione professionalizzante per le Tecniche di lavorazione per il trattamento della carta alimentare e industriale. 

Si tratta di un corso gratuito, della durata di 400 ore di cui 160 in stage, strutturato per formare addetti specializzati nella lavorazione per il trattamento della carta alimentare e industriale.

Annunciando questo corso di formazione specifico, l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione e famiglia Alessia Rosolen ha affermato che “la continua avanzata delle tecnologie digitali e il calo demografico stanno modificando profondamente le dinamiche del mercato del lavoro. Assistiamo ad un mismatch delle competenze che è un fenomeno sul quale dobbiamo intervenire con misure sempre più moderne. Uno strumento che si è dimostrato efficace – ha continuato l’assessore – è rappresentato dai corsi di formazione su commessa aziendale, costruiti e organizzati su misura dall’Amministrazione regionale e dagli enti di formazione accreditati, secondo le esigenze e i bisogni delle imprese. I dati in nostro possesso – ha concluso Rosolen – ci confermano che questi interventi sono utili alle imprese perché rispondono alla loro necessità di formare personale con le competenze necessarie e perché consentono una percentuale di inserimento lavorativo che sfiora l’85%, vale a dire che le persone che completano il percorso formativo in buona parte trovano un’occupazione”.

STRUTTURA DEL CORSO

Il corso formerà i partecipanti, fornendo loro conoscenze relative ai processi di lavorazione della carta, della gomma e delle materie plastiche, utilizzando software per monitorare, controllare e documentare la trasformazione delle materie prime in prodotti finiti. 

Al termine del corso, i partecipanti saranno inoltre in grado di classificare e codificare la merce ricevuta e stoccare adeguatamente le diverse tipologie di merci. 

Le materie specialistiche trattate saranno: sicurezza specifica del settore carta e cartone, inglese tecnico per il settore, realizzazione di lavorazioni di estrusione, produzione di carta e cartone, software per la gestione della produzione.

Le materie trasversali saranno: pianificazione delle azioni di ricerca attiva del lavoro; sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro.

CHI PUÒ PARTECIPARE? 

Tutti coloro che sono iscritti al Programma PIPOL, disoccupati o inattivi o inoccupati di età compresa tra i 18 e i 65 anni, previo superamento di prova di selezione.
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza, un attestato di Formazione generale sicurezza lavoratori e un attestato di formazione specifica sicurezza lavoratori (formazione obbligatoria per l’adempimento all’obbligo normativo previsto dall’articolo 5 L.R. 21/2005 e dal regolamento CE n.° 852/2004)

Sono disponibili 8 posti, candidature entro il 9 dicembre all’indirizzo lnkd.in/d-uzb2d3.

Informazioni e dettagli CLICCANDO QUI.