Corsa al segnalibro miniato degli Amanuensi in Fiera del Libro a Torino

Continua a ricevere enorme riscontro di pubblico l’Arte Calligrafica Antica riscoperta negli ultimi anni dagli Amanuensi dello Scriptorium Foroiuliense di Ragogna e San Daniele del Friuli. Nei due giorni di presenza al Salone Internazionale del Libro di Torino, ospitato al Lingotto Fiere sino a Domenica 16 maggio, lo staff della Scuola Italiana Amanuensi, composto di quattro persone, l’ha fatta da padrone all’interno dello stand della Regione Friuli Venezia Giulia.
banco scriptorium salone torinoSono stati oltre 2 mila i segnalibri realizzati a mano dai maestri miniaturisti e amanuensi friulani, ai cui banchi di lavoro si sono messe in fila centinaia e centinaia di persone tra sabato e domenica, tutti desiderosi di poter ricevere lo scritto vergato con le arcaiche penne d’oca.
“Così come accadde lo scorso anno all’Expo – commenta il direttore della Scuola, Roberto Giurano – anche sta volta siamo stati subissati di richieste di informazioni e curiosità sul nostro Scriptorium e soprattutto coloro i quali ci hanno fatto visita hanno atteso in coda il loro segnalibro personalizzato. Abbiamo ricevuto moltissimi complimenti e questo non può che confortarci nel rilancio di un’arte sempre più ricercata”.

Nel frattempo, l’attività dello Scriptorium Foroiuliense riprenderà sul territorio i prossimi 27-28 e 29 Maggio 2016 con il Corso intensivo di Legatura e realizzazione del Libro. Interverranno docenti di fama internazionale, un fine settimana tra carta, pergamena e incisioni tra cui Adriano Macchitella. Professionisti già affermati interagiranno direttamente con gli allievi mostrando i metodi e i trucchi per realizzare capilettera miniati. Il corso si terrà presso la sede del Castello di Ragogna, e con l’ausilio di un bus navetta sono previste inoltre delle visite guidate presso Biblioteche, dove sono custoditi Antichi Manoscritti.