Coronavirus, tutte le info utili per accedere agli aiuti economici a Paluzza

A Paluzza sono stati predisposti aiuti economici straordinari per l’acquisto di generi di prima necessità destinati alle famiglie in difficolta economica a seguito dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi della pandemia da corona virus. 

Definizioni di generi di prima necessità
Sono ammessi a contributo i generi di prima necessità quali prodotti alimentari, per l’igiene personale ivi compresi pannolini, pannoloni, assorbenti e i prodotti per l’igiene domestica. Sono escluse le bevande alcoliche. 

Platea dei beneficiari
Cittadini residenti nel Comune e/o domiciliati causa corona virus. Cittadini il cui nucleo familiare non risulti, a partire dal mese di marzo, percettore di entrate da redditi lavorativi o pensioni o sostegni pubblici. Il nucleo familiare che dispone complessivamente di patrimonio mobiliare inferiore o uguale a: 

  • Euro 2.000,00 per persona 
  • Euro 3.000,00 per 2 persone 
  • Euro 4.000,00 per 3 persone 
  • Euro 5.000,00 da 4 persone in su. 

Accedono comunque in via prioritaria coloro che non hanno sostegni pubblici. 

Procedura della domanda
La domanda va presentata su modulo di autocertificazione disponibile sul sito del Comune di Paluzza o reperibile nella cassetta apposita posta all’esterno dell’ingresso del Municipio, nelle seguenti modalità: 

-Presso ufficio anagrafe previo appuntamento telefonico (0433 775143 int.1)
-Depositando la richiesta nell’apposita cassetta predisposta all’ingresso del Municipio
-Preferibilmente inviata a mezzo e-mail all’indirizzo anagrafe@com-paluzza.regione.fvg.it.
-La richiesta dovrà essere corredata dalla fotocopia del documento d’identità del richiedente.

Il richiedente verrà contattato dai servizi sociali del Comune per una verifica della situazione generale che valuterà la situazione.
E’ concessa la presentazione di una domanda al mese, fino ad esaurimento fondi.
In seguito alla presentazione della domanda e alle verifiche effettuate il destinatario verrà contattato per la comunicazione relativa all’assegnazione del contributo.

Quantificazione del contributo
Il contributo è assegnato a partire da una base minima per una persona di Euro 200,00 riparametrati in base alla scala di equivalenza ISEE che tiene conto dei numeri dei componenti. 

Modalità di erogazione del beneficio
Le assegnazioni verranno effettuate fino ad esaurimento dei fondi messi a disposizione secondo la data di presentazione della domanda.
A parità di data verrà concessa priorità ai nuclei con minori risorse economiche a disposizione.
Ai beneficiari verrà consegnata una spesa per un valore corrispondente all’assegnazione del contributo. 

Modalità d’identificazione degli esercizi commerciali
L’acquisto dei generi alimentari o dei prodotti di prima necessità avverrà direttamente da parte del Comune con distribuzione degli stessi avvalendosi della Protezione Civile.
In seguito all’esito positivo delle verifiche, il beneficiario verrà contattato per la comunicazione dell’assegnazione del contributo e per concordare le modalità e le tempistiche di consegna dei beni. 

Verifiche e controlli
Il Comune effettuerà i dovuti controlli, anche a campione circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini dell’accesso alle provvidenze, anche richiedendo la produzione di specifiche attestazioni, non appena le direttive consentiranno la ripresa normale delle attività.
Si ricorda che a nonna degli art. 75 e 76 del DPR 28.12.2000 n.445 e succo modo ed integrazioni, chi rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del Codice Penale e dalle Leggi speciali in materia e decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. 

Le domande, potranno essere presentate, con le modalità sopra specificate, a partire dal 7 aprile 2020. 

Commenta con Facebook