Coronavirus: 4 casi di positività a Gemona, 3 a Osoppo, 1 a Sappada e Artegna

Il sindaco Roberto Revelant comunica che da oggi ci sono 4 casi di positività nel territorio comunale di Gemona.
Tutti sono presi in carico dal Dipartimento di prevenzione che sta seguendo direttamente le persone risultate positive.
Le 4 persone sono in isolamento. “Non è possibile dare le generalità e le residenze di queste persone – dice Revelant – . Un ringraziamento va all’intera struttura sanitaria e di protezione civile per il servizio prestato in questa fase emergenziale di gestione anche di queste persone, la cui rete di contatti dell’ultimo periodo è stata ricostruita”.
Revelant rivolge poi un appello ai concittadini: “Non usciamo tutti i giorni a fare la spesa, perché ciò può aumentare la probabilità di eventuale contagio. Fate acquisti possibilmente plurigiornalieri o settimanali ove possibile. Ribadisco l’invito (che in forza al DPCM non può essere un divieto) a RIMANERE A CASA, evitate anche luoghi all’esterno ove possiate incrociare persone (la pista ciclabile in particolare che è larga solo 2,5 metri e non sempre è possibile mantenere il metro di distanza tra le persone che si incrociano tra loro, tanto peggio nei marciapiedi). Grazie a tutti per la collaborazione”.

Una comunicazione era arrivata ieri sera anche dal sindaco di Osoppo Luigino Bottoni: “Non dobbiamo sorprenderci, eravamo preparati, anche a Osoppo ci sono tre casi di positività al Coronavirus. Due asintomatici e uno con sintomi febbrili ma in isolamento domiciliare. Questo ci fa capire che dobbiamo mantenere ancora più alto il rigore e l’ottemperanza ai provvedimenti restrittivi imposti, ancora di più di quello che si sta facendo, come la distanza di sicurezza con gli altri che vedo talvolta non esserci. E soprattutto RESTARE a CASA!!! Senza se e senza ma!!!!”.

Nel primo pomeriggio di oggi è arrivato inoltre il post, sempre sui social, del sindaco di Sappada Manuel Piller Hoffer: “Cari concittadini, oggi ci è stato confermato un nuovo caso di COVID-19 in un soggetto residente a Sappada e, a quanto pare, dovremmo presto aspettarci altre positività ai test. Faccio appello in questo delicato momento alla calma e al senso di responsabilità di ognuno, raccomandandovi di seguire rigorosamente tutte le disposizioni impartite dai DPCM dell’8 e 9 marzo validi anche per il nostro territorio ed il Vademecum che in questi giorni abbiamo costantemente aggiornato e messo a disposizione di tutti, con le norme comportamentali da seguire, oltre che i numeri utili da chiamare in caso di necessità. L’Amministrazione Comunale terrà costantemente monitorata la situazione in stretto contatto con il Dipartimento di Prevenzione, la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, le Forze dell’ordine e tutti gli Enti preposti. La raccomandazione più importante che mi sento di fare è quella che tutte le Istituzioni superiori oramai ci ripetono, ovvero di rimanere a casa, limitando all’indispensabile gli spostamenti. Chiunque dovesse trovarsi a contatto con persone che presentano sintomi riconducibili al COVID-19 non deve assolutamente uscire di casa, per alcun motivo: metterebbe a serio repentaglio la salute di tutti. RESTIAMO A CASA. Senza allarmismi, ma con la giusta dose di realismo e consapevolezza, lavoreremo tutti assieme, Istituzioni e Cittadini, per superare ed affrontare assieme questo difficile momento per la nostra Comunità e per l’Italia intera”.
Si tratta quindi del secondo caso di positività a Sappada dopo quella riscontrata quattro giorni fa.

Intorno alle 16 è arrivato anche il post del sindaco di Artegna Alessandro Marangoni: “Vi segnalo che ad Artegna è stato identificato ufficialmente il primo caso di Coronavirus. La situazione è continuamente monitorata dal Dipartimento di Prevenzione che ha indicato la quarantena per la rete di persone entrate in stretto contatto con il soggetto contagiato, che sta bene ed è in isolamento domiciliare. Colgo l’occasione per ribadire ancora una volta il rispetto delle norme di comportamento al fine di limitare il più possibile la diffusione del virus. PER FAVORE STATE A CASA: muovetevi solo per assoluta necessità. Aumenteranno i controlli su tutto il territorio. LA VOSTRA COLLABORAZIONE È DAVVERO DETERMINANTE. Vi prego inoltre di non richiedermi l’identità del soggetto positivo”. 

Commenta con Facebook