Coronavirus, positivi due alunni dell’Istituto Comprensivo di Paluzza

Il dirigente scolastico dell‘Istituto Comprensivo “Linussio-Matiz” di Paluzza Paola Linossi in una comunicazione a genitori e studenti ha informato che martedì sera sono stati riscontrati dei casi di positività tra gli alunni. Si tratterebbe di una bambina nella scuola primaria di Sutrio e di uno studente delle medie di Paluzza.

La situazione è monitorata, vengono seguite le direttive impartite dal Dipartimento di prevenzione, che con estrema professionalità si raccorda con la scuola. “Da parte di tutto il personale scolastico si continuano a mettere in atto i protocolli organizzativi di legge, che hanno trovato riscontro positivo nell’applicazione, in seguito a sopralluoghi anche già effettuati dai competenti organi di controllo – scrive nella comunicazione la Linossi –.  Sono previsti per i prossimi giorni gli appuntamenti per effettuare i tamponi a tutti gli alunni e docenti indicati dal Dipartimento di prevenzione. Fino all’esito del tampone studenti e docenti resteranno in isolamento fiduciario domiciliare. Con ogni probabilità, per coloro i quali l’esito del tampone risulterà negativo potranno fare rientro a scuola, attenendosi all’organizzazione prevista dall’Ordinanza della Protezione Civile n. 34 del 14 ottobre 2020, riportata nella circolare interna n. 52. Sarà la scuola, per conto del Dipartimento di Prevenzione, a comunicare il rientro in classe, qualora l’esito di tutti i tamponi risultasse negativo. Tutte le persone interessate saranno contattate e riceveranno le informazioni e indicazioni necessarie. L’attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado, pur svolgendosi attualmente in modo sereno e regolare, potrebbe subire in qualsiasi momento delle modifiche – conclude il dirigente scolastico –, in quanto caratterizzata da un’organizzazione rigorosa, che richiede la presenza di un contingente minimo di docenti”.

Intanto il Comune di Sutrio comunica che ieri sono stati rilevati 5 casi complessivi di positività nel comune. Le persone stanno bene e sono in isolamento domiciliare.

Commenta con Facebook