Coronavirus, la Regione Fvg decreta lo stato di emergenza fino al 31 luglio

Il vicegovernatore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi, d’intesa con il governatore Massimiliano Fedriga, ha siglato lo stato di emergenza fino al prossimo 31 luglio per fronteggiare il rischio sanitario da  Coronavirus, anche in considerazione dei primi casi di contagio nel territorio italiano e in particolare nella vicina regione del Veneto ed in esito della riunione del Comitato operativo  di Protezione civile avvenuta oggi.

Con  il decreto dello stato di emergenza la Regione potrà adottare una procedura più agile per l’acquisto di beni, servizi e forniture attraverso un affidamento diretto senza indagini di mercato sopra e sotto soglia comunitarie, per tutto ciò che è necessario per affrontare l’emergenza.

In prima battuta la misura è utile per disporre di risorse tali da consentire, ad esempio, di mettere a disposizione le  strutture nel caso in cui si rendesse necessario adottare l’isolamento.

Intanto il Consiglio regionale è pronto ad attivarsi, per quanto di sua competenza, in funzione di un’emergenza Coronavirus che sta interessando anche il Friuli Venezia Giulia. Lo annuncia il presidente dell’Assemblea legislativa Piero Mauro Zanin, invitando tutte le forze politiche a fare squadra affinché ai cittadini della regione possa essere garantita la massima sicurezza e protezione possibile.

Trattasi, secondo Zanin, di una situazione da affrontare responsabilmente, elevando il livello attenzione in linea con la pronta dichiarazione dello stato di emergenza su tutto il territorio regionale.

Commenta con Facebook