Consiglio comunale di Ragogna unito sul Tagliamento Patrimonio Unesco

Durante la seduta del Consiglio Comunale di Ragogna di venerdì, è stata approvata all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Cristian Fior del Gruppo “Ragogna AlternAttiva”, in qualità di presidente del Comitato pro Tagliamento in Unesco Aps.

L’obiettivo della mozione è il riconoscimento del fiume come Patrimonio Universale Unesco, data la sua biodiversità ambientale, la cultura e la storia come fiume simbolo dell’intera regione. Un passo ulteriore del lavoro fatto nel 2017 per l’ottenimento del MAB.
“La proposta nasce dai vari tentativi negli ultimi decenni di snaturare e devastare il Tagliamento – spiega Nuto Girotto, capogruppo di opposizione -. Un fiume riconosciuto a livello internazionale per la sua unicità ambientale e paesaggistica non può essere messo in pericolo. Ad avvalorare l’ordine del giorno ci sono le recenti modifiche degli articoli 9 e 41 della Costituzione Italiana attinenti la tutela dei beni ambientali, paesaggistici e storici”.

La mozione impegna il sindaco Alma Concil a inviare la stessa a tutti i Comuni rivieraschi del Tagliamento, alla Regione FVGa, al Ministero per la transizione ecologica, all’Unesco, all’Unione Europea, al WWF e a Legambiente.
Fior così commenta l’esito del voto: “Ringrazio la Giunta e il Consiglio per il voto favorevole. Questo è un passo importante per il riconoscimento del Tagliamento come Patrimonio Unesco. È una proficua collaborazione e l’ordine del giorno verrà esteso a tutti i Comuni rivieraschi e non solo. Il Tagliamento è friulano e il Comune di Ragogna farà da apripista con questo voto trasversale”.