Con la “zampa dell’orso” a Sutrio si può ammirare l’arte del patchwork

A Sutrio dal 19 al 21 agosto presso la sala polifunzionale in centro al paese sarà possibile visitare la bellissima e suggestiva mostra di patchwork dell’associazione la “Zampa dell’orso” : un gruppo di amiche friulane che condividono la passione per il cucito e la lavorazione dei tessuti. La mostra ospita opere realizzate completamente a mano dalle sapienti mani femminili.

L’idea dell’associazione é nata nel 1996 dall’iniziativa di Cecilia Zoratti, insegnante di applicazioni tecniche e appassionata di lavorazione dei tessuti che, dopo un viaggio in America durante il quale ha imparato l’arte del patchwork, ha deciso di aprire un negozio e un laboratorio in centro a Udine dove proporre diversi corsi.

Il nome dell’associazione “Zampa dell’orso” si riferisce ad un antico disegno tradizionale americano dal nome “Bear’s Paw” dall’inglese zampa dell’orso. La zampa vuole rappresentare l’idea della mano che lavora e crea nuove opere uniche.

Il gruppo si é arricchito di esperienza e di conoscenza partecipando a diversi eventi, mostre e concorsi. Le socie si incontrano ogni settimana e condividono assieme idee e tecniche nuove. Inoltre una volta al mese a turno ognuna di loro diventa insegnante e propone nuove lavorazioni alle compagne.

Ho avuto modo di conoscere tutte loro e mi sono subito resa conto del clima conviviale e di amicizia che c’è nell’associazione: amiche che condividono la passione del patchwork e desiderano tramandarla con tanto entusiasmo.

A Sutrio sarà possibile visitare la mostra fino a domenica 21 agosto e conoscere di persona le donne socie dell’associazione “Zampa dell’orso” mentre pazientemente realizzano i loro capolavori.