Colpito da un sasso lungo la Ferrata del Mangart sulle Alpi Giulie

Giovedì pomeriggio i tecnici del Soccorso Alpino di Cave del Predil assieme a quelli del soccorso della Guardia di Finanza di Sella Nevea hanno effettuato un intervento sulla ferrata italiana del Monte Mangart. E’ su quest’ultima che intorno alle 15 un escursionista tedesco è stato colpito in testa da un sasso che gli ha fatto perdere l’equilibrio lungo il tratto verticale dopo la galleria a quota 2100 metri circa.

Fortunatamente dopo qualche metro la caduta è stata fermata dal cavo a cui era regolarmente assicurato. L’uomo, quarantenne, ha riportato oltre ad un lieve trauma cranico diverse contusioni alla schiena e la lussazione della spalla sinistra. L’allarme è stato dato da un escursionista italiano che si trovava nei paraggi. Il recupero dell’infortunato è avvenuto con l’elicottero della centrale operativa di Udine, mentre i tecnici di CNSAS e SAGF, cinque uomini in tutto, allestivano la piazzola al Lago Superiore di Fusine, dove attendeva anche il medico.

Il tecnico di elisoccorso ha raggiunto l’infortunato calandosi con il verricello, lo ha assicurato a sé e condotto in un luogo più adatto al recupero con l’elicottero. Il ferito è stato poi portato all’ospedale di Tolmezzo per ulteriori accertamenti.