Capodanno 2018, dopo le feste l’Alto Friuli si risveglia con pioggia e neve. FOTO E VIDEO

Da Tolmezzo ad Ovaro fino a Gemona con la musica e i dj di Radio Studio Nord, senza dimenticare la Marcia della Pace a San Pietro di Zuglio e il Lussari a Tarvisio, le baite di Sappada e dello Zoncolan oppure il teatro ad Osoppo. Non sono mancate le alternative in Alto Friuli e nel Collinare per trascorrere la fine del 2017 e l’inizio del 2018.

__

Dopo la festa il risveglio nel nuovo anno è coinciso con pioggia e neve.

In molti non hanno poi rinunciato alla prima sciata sulle piste, tutti gli impianti sono aperti.

LE PREVISIONI

Martedì 2 gennaio al mattino cielo ancora coperto da velature anche spesse che ingiornata lasceranno posto al sole a partire da ovest, Dal pomeriggio prevalenza di sereno

Per mercoledì 3 gennaio cielo in prevalenza nuvoloso con qualche debole precipitazione dal pomeriggio. Giovedì più soleggiato

IL PRIMO NUOVO NATO

E’ un bambino nato a Pordenone da genitori macedoni il primo nato del 2018 in Friuli Venezia Giulia. Amar, questo il nome del piccolo, è venuto alla luce a mezzanotte e 31 minuti, all’ospedale San Giorgio, terzo dopo altri due maschietti. A lui è andato il regalo che da 40 anni viene portato dall’apicoltore friulano Gigi Nardini, di Castelmonte (Udine), che ha portato al reparto maternità 50 chilogrammi di prodotti tra miele, pappa reale e la tipica ‘gubana’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *