Campioni e promesse della scherma ospiti a Piani di Luzza

Nella struttura che moltissimi sportivi di tutt’Europa conoscono bene, il centro Bella Italia di Piani di Luzza, ha ospitato la squadra nazionale di scherma, protagonisti campioni del passato e del futuro.

Il project manager Marino Firmani ha pensato bene di far incontrare i plurimedagliati della scherma italiana (Andrea Cipressa, Francesca Bortolozzi e Mauro Numa) con due campioni dello sci nordico, Pietro Piller Cottrer e Fabio Maj, di fronte a tutti gli ospiti che soggiornano al Bella Italia Dolomiti in questo periodo, con i più giovani in prima fila.
Ognuno ha raccontato la propria esperienza cercando di trasmettere la passione ai giovanissimi che ascoltavano nelle prime file, ma senza false illusioni. Uno degli aspetti più delicati nello sport in generale è la preparazione degli atleti alle sconfitte, alle delusioni, che spesso i giovani devono affrontare e dalle quali devono trarre maggiore forza e impegno per il futuro, senza lasciarsi abbattere moralmente. Prima di diventare campioni, tutti hanno subito diverse sconfitte e da quelle i migliori sono riusciti ad accumulare la forza e la volontà di migliorare sempre.
Tutti affascinati ad ascoltare campioni di quel calibro, in attesa di poter stringergli la mano, mentre le domande di Marino Firmani, conduttore dell’incontro, hanno consentito di conoscere ogni aspetto e peculiarità delle due discipline sportive che, come quasi tutte le attività fisiche, hanno molti punti in comune.

Commenta con Facebook