Brava Martina Di Centa, Tour de Ski concluso dopo la mitica salita del Cermis

Martina Di Centa lo voleva fortemente ed ha raggiunto il suo obiettivo, ovvero concludere il Tour de Ski, il circuito a tappe inserito nella Coppa del Mondo di sci di fondo.

Risultato tutt’altro che scontato per una ventenne alla prima uscita assoluta in Coppa del Mondo, ma salire sulle rampe del Cermis (in Val di Fiemme) dopo 7 gare in 9 giorni significa che la paluzzana è forte anche di testa, oltre che di gambe e braccia. Bravissima quindi la 20enne del Cs Carabinieri, che ha onorato una salita nella quale spesso papà Giorgio si era esaltato del Tour. Oggi Martina è giunta 40a, mentre nella generale si è piazzata 37a.

“Mi aspettavo di fare meglio, però sono arrivata in cima e porto a casa un’esperienza importante – dice la Di Centa -. Avevo provato a immaginarmi come poteva essere, ma quando ti trovi davanti il primo muro vorresti che fosse meno ripido. È difficile farsi davvero un’idea di cosa sia. Ho fatto la gara col mio ritmo. Riuscivo a vedere davanti a me la mia compagna di squadra Lucia Scardoni e anche se dove la pista era più pendente non riuscivo a esprimermi. Il finale, dove la salita si fa un po’ meno cattiva, mi ha dato un po’ più di soddisfazione. Sento il fisico affaticato dopo tutte queste gare di fila, mi servirà un po’ di riposo. I prossimi appuntamenti sono i Campionati italiani e poi, più avanti, i Mondiali di categoria”.

La tappa è stata vinta dalla svedese Andersson, che ha preceduto l’americana Diggins, vincitrice del Tour.

Prima delle azzurre, sia oggi che nella generale, Anna Comarella, rispettivamente 17a e 20a.

Commenta con Facebook