Basket, Tolmezzo perde di un punto contro il Cus Udine

PALL. TOLMEZZO – CUS UDINE 63-64

PALLACANESTRO TOLMEZZO: Cimenti 7, Iob ne, Tamigi 18, Francescatto ne, Mecchia 12, Duic ne, Fachin 2, Cucchiaro ne, Tosoni 16, D’Antoni 2, Rupil 4, Toffoli 4. All. Bulfoni.
CUS UDINETesolin, Molina Lopez 9, Mosolo 2, Paoloni 3, Visintin 3, Andriola 7, Guadagni 8, Leita 6, Parisotto 16, Lostuzzo, Minute 2, Toso 8. All. Sinone.
Parziali: 23-20; 32-36; 47-54.

Per la terza giornata consecutiva CUS Udine gioca in trasferta nel campionato di Promozione e l’avversaria è l’imbattuta Pallacanestro Tolmezzo, che inaugura così la stagione al Palazzetto dello Sport di viale Aldo Moro. Una vittoria dei cussini vorrebbe dire continuare il trend positivo iniziato la settimana prima a Rivignano; per i bianco-blu significherebbe staccare anche in classifica gli avversari e mantenere viva la sfida per la prima posizione.  

Il match inizia subito con ritmi alti e buone percentuali: per i padroni di casa funziona molto bene l’asse TamigiMecchia (insieme 13 punti sui 23 totali di questa prima frazione), ma le risposte non si fanno attendere grazie a un super Parisotto che sigla ben 10 punti consecutivi arrivando così a doppia cifra dopo soli 10 minuti. 

Nel secondo periodo è il CUS a prendere in mano le redini del gioco e invece la Pall. Tolmezzo è costretta a inseguire. Guadagni ricomincia da dove aveva iniziato: dopo la tripla e i due tiri liberi di fine primo quarto, arriva il secondo centro dall’arco, seguito dalle realizzazioni di Visintin e Leita. Ma la differenza è fatta dalla difesa cussina che non lascia scampo ai carnici: il solo Tamigi segna 7 punti sui 9 totali, troppi pochi per contrastare i 16 del CUS. 

Si rientra dagli spogliatoi ma il copione non cambia: le percentuali rimangono basse rispetto a quelle del primo quarto e i punti di Tamigi e Mecchia (9 punti sui 15 complessivi) servono solo a provare a rimanere vicini all’ombra della formazione udinese che, grazie ai 9 punti di Molina, tenta l’allungo che però si ferma sul “più 7”. Cattive notizie però per coach Bulfoni che deve rinunciare prima a Rupil e poi a Mecchia, entrambi fuori per 5 falli. 

Nell’ultimo quarto le cose non sembrano cambiare: Tolmezzo fatica a trovare canestri facili, ma adesso anche CUS trova qualche difficoltà in più (di certo non aiuta l’infortunio rimediato alla caviglia da Andriola). Lo scarto rimane fisso sui 7 punti eccezion fatta per qualche riavvicinamento tolmezzino, ma la svolta arriva nei minuti finali con qualche persa di troppo degli universitari che regalano la speranza ai bianco-blu. Sull’ultimo possesso la palla è di Tolmezzo che ha la possibilità di vincere sulla sirena, ma il tiro di Cimenti, dopo un possesso poco brillante, si infrange sul primo ferro. 

Vince Udine 64-63 e si prende due punti meritati contro una Tolmezzo poco precisa. La vittoria vale la quota 4 per CUS che così facendo raggiunge proprio i carnici. Questi dovranno dunque per forza vincere a Majano (venerdì alle 20.45) se non vogliono perdere il treno delle migliori.

(in copertina Michele Rupil)