Aveva colpito a Tarvisio, il mago dei finti acquisti di auto arrestato ad Aurisina

Un uomo di 48 anni, residente a Tavagnacco, considerato un “mago” delle truffe nella compravendita delle auto e ricercato per un ordine di carcerazione di 2 anni e 5 mesi emesso dalla procura di Udine, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Aurisina (Trieste) mentre accompagnava il figlio a scuola.

L’ordine di carcerazione deriva da un’attività investigativa conclusa dalla Compagnia di Tarvisio che a giugno lo aveva denunciato per truffa ai danni di un cittadino austriaco, messa in atto con il sistema del finto interesse per l’acquisto di auto costose. Con questo tipo di truffa, in occasione di un incontro tra le parti, il truffatore propone al venditore uno scambio di banconote da grosso a più piccolo taglio, con la scusa di poter così versare il contante in banca ed effettuare il bonifico per chiudere l’affare, salvo invece sparire con il denaro.

I Carabinieri del Norm di Aurisina sono risaliti all’uomo e, in collaborazione con la stazione di Feletto Umberto, hanno avviato servizi di controllo nei luoghi frequentati da lui e dalla famiglia. Lo hanno così individuato mentre accompagnava il figlio a scuola. L’uomo aveva appena salutato il figlio davanti all’ingresso e stava tornando al suo Suv quando i Carabinieri lo hanno arrestato e quindi portato in carcere a Udine.

Commenta con Facebook