Altri 23 contagiati, fra ospiti e lavoratori, alla Casa di Riposo di Paluzza

Altri 23 casi di contagio alla Casa di Riposo di Paluzza. Lo comunica il sindaco Massimo Mentil, che in una lettera aperta ai concittadini fa il punto anche sulle mascherine. Ricordiamo che si registrano finora 5 deceduti, ultima delle quali una signora di Arta Terme.

 

Care Concittadine e cari Concittadini,
la situazione all’interno dell’ASP COVIL “Brunetti” di Paluzza si è ulteriormente aggravata nella giornata odierna con nuovi 12 casi di contagio tra gli ospiti e 11 tra i lavoratori, due dei quali residenti nel Comune di Paluzza.
La struttura, come avete letto dai Comunicati della Presidente e del Direttore della Casa di Riposo, è sotto il controllo diretto dell’Azienda Sanitaria che ha istituito un reparto specifico per i contagiati. Il nostro primo pensiero va  dunque alle persone che hanno subito il contagio tra gli ospiti e ai loro parenti e agli operatori che sono risultati postivi agli esiti dei tamponi. Un pensiero, infine, a quanti stanno lavorando ancora nella struttura, operatori dell’Azienda Sanitaria, della Casa di Riposo e delle Società Cooperative.
Desideriamo portare le nostre condoglianze alle famiglie che hanno perso i loro cari a causa di questa epidemia. A loro va la vicinanza dell’Amministrazione Comunale di Paluzza e di tutta la nostra comunità.
Vogliamo fornirvi, con questa comunicazione, alcune indicazioni relativamente alla situazione delle mascherine nel nostro Comune. Come già anticipato in una comunicazione precedente, abbiamo provveduto ad ordinare direttamente delle mascherine prodotte in un’azienda locale che ci verranno consegnate nel corso di questa settimana. Nel più breve tempo possibile verranno consegnate a TUTTI i cittadini del Comune di Paluzza dalla squadra di Protezione Civile Comunale che è già stata attivata per il confezionamento e la consegna.
Le mascherine che verranno consegnate saranno lavabili e riutilizzabili.
Nel frattempo, abbiamo ricevuto alcune donazioni da nostri concittadini che ringraziamo di cuore per la disponibilità. Abbiamo ritenuto, considerato il numero e la diversità di queste mascherine, di metterle a disposizione degli abitanti presso i negozi e le attività che stanno garantendo il loro servizio compresi farmacie e Medici di Medicina Generale, soprattutto per i cittadini che ne fossero sprovvisti e che dovessero avere la necessità di recarsi in tali luoghi. Così permetteremo di rispettare l’ordinanza numero 7/PC del Presidente della Giunta Regionale Massimiliano Fedriga che prevede “l’obbligo, all’interno degli esercizi commerciali di generi alimentari, l’utilizzo di guanti monouso e di mascherine o comunque una protezione a copertura di naso e bocca” al fine di contenere la  diffusione del contagio. Rimane inteso che gli spostamenti sono autorizzati solo per reali necessità e che le nostre attività commerciali hanno attivato il servizio di consegna a domicilio, effettuato anche dalla Protezione Civile locale.
Vi chiediamo la massima responsabilità in questo momento così delicato per la nostra comunità. L’esito più o meno positivo di questa emergenza dipende dalla responsabilità di ognuno di noi.

MASSIMO MENTIL
Il Sindaco

Commenta con Facebook