Alpi Carniche e Giulie imbiancate dalla neve

SITUAZIONE METEO
Il fronte freddo è passato nella notte, preceduto da correnti sciroccali meno consistenti del previsto al suolo (Scirocco entro i 50 km/h sul golfo di Trieste). La pioggia caduta ha raggiunto picchi di 120 mm/24 ore sulle Prealpi Giulie, essenzialmente concentrata in un arco di 6 ore (60-70 mm) in particolare nelle Valli del Natisone.

Sulla fascia orientale della pianura è caduta meno pioggia del previsto (60-70 mm sull’Udinese, 30-40 mm sull’Isontino in 24 ore); piogge più consistenti sul Carso triestino con 60-80 mm in 24 ore di cui 30- 40 mm in 6 ore). Dopo il passaggio del fronte al suolo è entrato vento da nord sui monti ed in pianura e Bora forte sulla costa, con raffiche a 110 km/h, in rapido calo nelle prime ore del mattino. La neve, in queste ore, cade debolmente tra i 1000 m della Carnia, ove è in esaurimento, ed i 600 m delle Giulie (nella foto la veduta delle Dolomiti Friulane dal Varmost grazie alla webcam PromoTurismo fvg).

EVOLUZIONE
La depressione formata dal fronte freddo sull’alto Adriatico tende a spostarsi rapidamente verso sudest.
Si prevedono quindi ancora deboli precipitazioni residue su pianura, costa e Giulie, con quota neve
tra 500 e 700 m, in completo esaurimento già nel pomeriggio. Soffierà ancora Bora moderata sulla
costa ma dal pomeriggio il vento tenderà ad attenuarsi ulteriormente. In serata temperature in rapido
calo nei fondovalle della zona montana con probabile ghiaccio al suolo.

EFFETTI AL SUOLO
Nella notte tra sabato e domenica si segnalano:

Allagamenti:
Allagamento sede stradale SP19 loc. Azzida in Comune di S. Pietro al Natisone.
Allagamento sottopassaggio stradale SP37 a Pradamano, loc. Lovaria.

Caduta alberi:
Vito d’Asio, loc. Pielungo.

Commenta con Facebook