Alla “Festa dell’Aria” il punto sui progetti futuri dell’aviosuperficie di Osoppo

Dopo una prima edizione nel settembre 2019 , l’aviosuperficie AVRO di Osoppo ha radunato nuovamente i propri piloti e velivoli. Uno stop, quello del 2020, causato dalla pandemia; un incontro, quello del 2021, che diventa occasione per fare il punto sullo sviluppo del sito e sui progetti futuri. 

Lo scopo della fondazione Lualdi si conferma essere quello di dare continuità a un progetto il cui filo conduttore resta la passione per un settore in continua crescita, sinergica con il territorio che intende sostenere e valorizzare. Dello stesso avviso l’amministrazione di Osoppo, rappresentata dal sindaco Luigino Bottoni, che ha confermato il suo appoggio a questa importante realtà e la massima disponibilità nel cercare di risolvere le possibili criticità.

Durante l’incontro, il presidente della Fondazione Gabriele Lualdi ha sottolineato la speranza di una crescita sempre maggiore rispetto ai 125 velivoli ospitati per un flusso di circa 100.000 proprietari in larga parte da oltreconfine, oltre all’intenzione di sviluppare, nel breve periodo, un progetto didattico e storico per le realtà scolastiche del territorio che si avvicinano al mondo dell’aviazione.

La seconda edizione della Festa dell’Aria è stata inoltre l’occasione per fare chiarezza sul concetto di aviazione generale e dunque privata, che non ha nulla a che vedere con l’aviazione di carattere commerciale: si tratta infatti di velivoli che spaziano dagli alianti agli ultraleggeri fino agli aerei privati, la cui capienza può raggiungere un massimo di 8 passeggeri. Ferma la posizione di Lualdi, che si è reso disponibile all’ampliamento della struttura qualora il raggiungimento degli obiettivi prefissati lo richiedesse, ma che non intende assolutamente entrare in competizione con gli aeroporti che gestiscono i voli di linea. 

Presente all’incontro anche l’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, che oltre a sottolineare l’importanza dell’attività svolta della Fondazione sia da un punto di vista turistico che da un punto di vista economico, ha assunto l’impegno di promuovere maggiormente, grazie alla collaborazione con PromoturismoFVG, l’offerta dei servizi del territorio per permettere alla realtà dell’Aviosuperficie di Osoppo di radicarsi maggiormente come eccellenza della Collinare.