Al via a Bordano un corso di restauro del legno

Parte sabato 16 ottobre il laboratorio di restauro organizzato dall’Ecomuseo Val del Lago e appartenente al progetto “Musei Attivi”. Dieci appuntamenti per riscoprire la quotidianità di un tempo, gli antichi mestieri e valorizzare le autentiche tradizioni della vallata. Un’opportunità per partecipare attivamente al recupero delle testimonianze materiali della cultura locale.

Il territorio che circonda il Lago di Cavazzo (o Lago dei Tre Comuni) ha subito, nel corso del tempo, profonde e pesanti trasformazioni, tra cui quelle indelebili dovute  agli eventi sismici di quel terribile 1976. Emerge oggi la necessità di recuperare ciò che rimane della preziosa eredità culturale del luogo, di recuperare quegli oggetti prodotti dalla creatività e dal lavoro umano, che si fanno diretti custodi e portavoce del passato. 

Filo conduttore degli oggetti che saranno restaurati e, per quanto possibile riportati alle loro antiche funzioni, è la loro provenienza: arrivano direttamente dalle famiglie e da privati locali; motivo per cui i partecipanti al corso saranno completamente immersi nell’atmosfera e negli usi e costumi della vallata.  

Mobili, elementi d’arredo, giocattoli e manufatti di vario tipo saranno i protagonisti delle sessioni di restauro. Non verranno poi soltanto catalogati ed esposti in spazi dedicati, ma diventeranno mezzi attraverso cui comunicare il contesto sociale, economico e culturale del periodo al quale appartengono e a cui è stata data nuova vita. Potranno dunque testimoniare alcuni aspetti dimenticati della quotidianità dei nostri avi e, forse, permettere di comprendere meglio le dinamiche che regolano il nostro tempo.  

Tra le priorità dell’Ecomuseo della Val del Lago c’è, infatti, quella di rendere i “beni  culturali” fruibili, comprensibili e utilizzabili da un ampio pubblico, di trasmettere alle nuove generazioni il genius loci del territorio, di essere fonte di riflessione e arricchimento culturale per i visitatori. 

L’eccezionalità di questo laboratorio è data anche dai metodi di lavorazione tradizionale che saranno utilizzati, allo scopo di valorizzare al massimo il legno e mantenerne le caratteristiche originarie. 

Il laboratorio è completamente gratuito e avrà luogo negli spazi messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Bordano. Più nello specifico, nel capannone situato nella zona industriale del paese. Il calendario di appuntamenti si svilupperà nelle seguenti giornate: sabato 23 ottobre, sabato 30 ottobre, sabato 6 novembre, sabato 13 novembre, sabato 20 novembre, sabato 27 novembre, sabato 4 dicembre, sabato 11 dicembre e sabato 18 dicembre, dalle ore 14 alle 18. 

Per potervi prendere parte è sufficiente essere maggiorenni, in possesso di greenpass, compilare e consegnare il modulo di iscrizione scaricabile dal sito www.ecomuseovaldellago.it

Per maggiori informazioni telefonare ai numeri 0432 971160 int. 24 (Luca Leonarduzzi), 3357508330 (Luigi Stefanutti), 3403776873 (Matias Barazzutti) o inviare una mail all’indirizzo ecomuseodellavaldellago@gemonese.utifvg.it

L’Ecomuseo è una particolare forma museale che ha come obiettivo quello di conservare, comunicare e rinnovare l’identità culturale di una comunità. Si occupa della tutela e valorizzazione di un territorio uniforme dal punto di vista geografico, sociale ed economico, che in questo caso è la Val del Lago: uno scrigno di storia e natura incastonato nelle Prealpi Carniche.