Ai “Never indaûr” l’edizione 2017 di Volleyfest ad Ovaro

La piattaforma di Ovaro, colorata dalle magliette arancione delle quattro formazioni iscritte a VolleyFest, ha ospitato una bella giornata di sport e festa.
Nonostante la defezione di un paio di formazioni (erano previsti due gironi da tre con finale), la scelta di una formula di gioco poco utilizzata ma efficace, girone unico con recupero delle perdenti, ha soddisfatto tutti.
Dopo le prime partite pomeridiane, mentre infuriava il temporale che non ha danneggiato il torneo ma tenuti lontani i paesani, c’è stata la gradita e meritata sosta per l’aperitivo e la pastasciutta offerta dall’organizzazione.
Poi la finale, fra i più giovani del gruppo Never indaûr e i maturi della formazione Chi par Ridi, capitanata dal “vecchietto terribile” Davide Rizzi, ancora abile nel dispensare palloni e suggerimenti, ma frenato dalla sequenza di tre partite nell’arco di poche ore.
Vittoria tutt’altro che agevole per Never indaûr per 2 – 0, con parziali di 25-20 e 25-22.
Poi le premiazioni, con un grazie rivolto a tutti, organizzatori e atleti, dal presidente regionale del CSI FVG Mario Sopracase che, oltre ad aver patrocinato l’iniziativa, ha offerto un pallone di gara alle società finaliste.
Il saluto del Comune è stato rivolto dalla Sindaca Mara Beorchia (presente all’intera finale), che ha premiato le società assieme a Valentina Martinis, vicepresidente US Ovaro, e a Placido Felice, vicepresidente CSI FVG.

Commenta con Facebook