A Lauco il micro festival di montagna “Perlampempen”

Arrivano da Bergamo e da Villa Santina, da Treviso e da Rimini, da Como oppure dalla vicina Belluno.
Sono circa 200 le persone che parteciperanno questo fine settimana a “Perlampempen”, micro festival di montagna in programma a Lauco grazie al progetto “Terre d’incanti”.

Perlampempen è una formula magica, un gioco di lettere dell’alfabeto, forse una ninna nanna cantata nei boschi…

Le attività sono realizzate presso la Biblioteca e la Casa del Popolo a Lauco, l’ex-rifugio in Val di Lauco e l’ex-latteria di Vinaio.

Gli atelier sono realizzati da operatrici del famoso metodo Bruno Munari, da architetti e artisti. Partecipano anche le Artenaute del Museo d’arte contemporanea di Rivoli, collaboratrici di Michelangelo Pistoletto.

La direzione artistica è di Hervé Tullet e Alessandra Falconi, Centro Zaffiria.

PROGRAMMA

Sabato 11 giugno

– ore 9.30/10.30, Biblioteca/Museo di Lauco
Giocare con Bruno Munari a cura di Roberta Isola
– ore 11/12.30, Casa del Popolo, Lauco
Naturalmente contemporanea con Elena Iodice/Solfanaria
– ore 10.30/12.30 e dalle ore 15/16.30 presso La Casa del Popolo, Lauco
Sbilf o streghe? Creazione degli oggetti e maschere per una Parata per le vie di Lauco, con Artenaute, Castello di Rivoli
– ore 15.30, presso la biblioteca Tubo del vento con Alessandra Serra per scoprire l’aria grazie alla costruzione di oggetti volanti con materiali da riciclo.
– ore 16:30 Insieme – a ritmo di fisarmonica – sfilata in parata in maschera sotto la direzione artistica e l’opera delle Artenaute di Castello di Rivoli (Torino) e Hervé Tullet.
– ore 18:00 Passeggiata fotografica con Massimiliano Tappari con partenza da Val di Lauco.
– ore 19.30 Cena al sacco in Val di Lauco.
– ore 20.30 Racconti di un post-it e di una moka con Massimiliano Tappari, presso la Playroom di Val di Lauco.

 

Domenica 12 giugno

– ore 10/12, presso la Casa del Popolo di Lauco con Elena Iodice e Roberta Isola.
– ore 10/12 presso la biblioteca di Lauco Tubo del vento con Alessandra Serra per scoprire l’aria grazie alla costruzione di oggetti volanti con materiali da riciclo. Giocare e inventare per sentirsi contemporaneamente esploratori coraggiosi e scienziati che scoprono il flusso d’aria, la resistenza, la simmetria, la turbolenza, la resistenza dell’aria e la gravità.
– ore 12.30, visita alla mostra nella ex-Latteria di Vinaio.

Terre d’incanti è un progetto nato dalla collaborazione tra il Centro Zaffiria e Hervé Tullet, insieme al Comune di Lauco. Realizza le sue attività grazie al sostegno di Fondazione Friuli e Fondazione Pietro Pittini. Il progetto mira a realizzare una comunità educante, in rete con gli Istituti Comprensivi, con gli enti locali e con le istituzioni e associazioni del territorio. Grande soddisfazione dell’Amministrazione Comunale, spiega il Sindaco Cav. Olivo Dionisio, per l’operato della Coop. ZAFFIRIA della Romagna con sede a Lauco con il sito “Terre d’incanti” creando uno sviluppo didattico-culturale e turistico.