A Gemona studenti al lavoro per mitigare il rischio sismico

In occasione della settima edizione della Settimana del Pianeta Terra, giovedì 17 alle ore 18 a Palazzo Boton di Gemona, l’ISIS Magrini Marchetti proporrà un incontro sul tema “Territorio e sismicità: studenti al lavoro per mitigare il rischio sismico”.

Il Gemonese è un territorio di grande bellezza paesaggistica e ricchezza naturalistica, ma caratterizzato da un’elevata sismicità. Perché? E come difendersi dai terremoti? L’edilizia antisismica è fondamentale, ma non basta. Assumere comportamenti adeguati in caso di forti scosse è necessario, ma non sufficiente. E’ indispensabile saper “vedere” i rischi, per eliminarli o almeno ridurli. Perché la sicurezza sismica va perseguita ogni giorno negli ambienti in cui viviamo.
La sismologa Carla Barnaba del Centro di Ricerche Sismologiche di Udine, sezione dell’OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) di Trieste, descriverà le cause della forte sismicità del nostro territorio e la rete di sorveglianza sismica.
Inoltre gli studenti dell’Istituto Magrini Marchetti presenteranno il progetto “Scaffali Sicuri” e l’esperienza condotta nelle scuole medie del territorio per divulgare buone pratiche utili a ridurre gli effetti di un sisma.
Scopo di questo geoevento è promuovere la conoscenza del territorio, sottolineando il ruolo strategico delle geoscienze e della scuola per accrescere la consapevolezza dei pericoli naturali e incoraggiare la sicurezza sismica.

PROGRAMMA

18:00 Saluto delle autorità
18:10 Evoluzione delle conoscenze sismiche dell’area friulana – dott.ssa Carla Barnaba, sismologa, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS, Trieste
18.30 Presentazione del progetto “Sicurezza Sismica per difendersi dai terremoti” – studenti dell’I.S.I.S. Magrini Marchetti di Gemona del Friuli
18.45 Presentazione del progetto “S4 = Scaffali Sicuri per la Sicurezza Sismica” – studenti dell’I.S.I.S. Magrini Marchetti di Gemona del Friuli
19.00 Proiezione del Video “TERREMOTO? SI’(s)MA…”, realizzato dagli studenti dell’I.S.I.S. Magrini Marchetti di Gemona del Friuli
19.15 Conclusioni

Intanto sabato scorso, davanti al folto pubblico dell’Auditorium della scuola media di San Daniele del Friuli, si è parlato dei progetti di sismologia dell’ISIS Magrini Marchetti.
Occasione è stata la serata organizzata dal Lions Club San Daniele in collaborazione con l’Associazione culturale Leggermente e che ha visto ospite Cesare Bocci nella città collinare.
Noto a tutti come Mimì Augello, il vice del commissario Montalbano, Bocci ha dato il volto con successo a numerosi personaggi sul piccolo schermo, al cinema, a teatro ed ha recentemente interpretato Paolo Borsellino nell’omonimo film RAI per la TV. Dottore in Scienze geologiche, sostiene la necessità di rispettare il patrimonio ambientale e naturalistico, anche come testimonial della Settimana del Pianeta Terra.
Per questo nel corso della serata gli studenti Luca Pellegrini (4Als), Michele Andreussi (3Als) e Clarissa Ciani (4Dlsa), hanno esposto le finalità dei progetti di sismologia dell’istituto: dai rilevamenti strumentali, alla divulgazione delle buone pratiche di sicurezza sismica nelle scuole medie e alla realizzazione del dispositivo “scaffali sicuri”. Interventi supportati anche dalle immagini: uno spezzone del video “Terremoto? Sì(s)ma…”, realizzato dagli studenti del gruppo PON lo scorso anno, e l’animazione Lego, di Jacopo Criscuoli (5Als) sull’importanza della prevenzione in sismologia. L’intervento degli studenti ha suscitato l’interesse del pubblico e l’apprezzamento dell’ospite che si è complimentato con i ragazzi.
D’altro canto l’ospite ha coinvolto il pubblico con la sua storia professionale, passando dalla fondazione della Compagnia della Rancia, al ricordo di Andrea Camilleri e di Alberto Sironi. Ha emozionato con la sua storia personale: ha affrontato la complessa malattia che ha colpito la moglie, condividendo assieme a lei e con leggerezza questa difficile sfida.
Persona di grande disponibilità, alla fine della serata Bocci si è intrattenuto con gli studenti, chiacchierando amabilmente, rilasciando autografi ed esaudendo le immancabili richieste di selfie.

(nelle foto, ricavate così come il testo dal sito www.isismagrinimarchetti.it, gli studenti del Magrini Marchetti in occasione dell’incontro di San Daniele con Cesare Bocci) 

Commenta con Facebook