A Forni di Sotto due incontri per sensibilizzare sui corretti stili di vita

Informare e sensibilizzare ai corretti stili di vita coinvolgendo tutta la comunità, questo l’obiettivo delle serate rivolte a tutta la cittadinanza in programma il 25 e 26 maggio, alle ore 20.00, presso la sala consiliare del Comune di Forni di Sotto.   

L’iniziativa, promossa dal Servizio sociale dei Comuni dell’ambito territoriale della Carnia – Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale in collaborazione con i Comuni di Forni di Sotto e Forni di Sopra, il Servizio delle Dipendenze di Tolmezzo, gli Alcolisti Anonimi e l’associazione dei Club degli alcolisti in trattamento (C.A.T.), si contraddistingue per un approccio teorico e pratico ai problemi alcolcorrelati e complessi, spesso sottovaluti ed etichettati negativamente anziché venir riconosciuti come un particolare modello comportamentale che mette a rischio la salute.  

Un approccio efficace risulta essere quello corale, che guarda alla persona nell’ambito del suo contesto e delle sue relazioni. Per questo il lavoro di comunità e lo sviluppo delle potenzialità del mutuo sostegno tra le persone, a partire dal nucleo più semplice, cioè la famiglia, costituiscono le leve basilari per favorire un cambiamento culturale all’interno della società nei processi di prevenzione e trattamento di queste problematiche.   

Nel corso della prima serata, piccoli gruppi autogestiti avranno modo di confrontarsi sugli aspetti teorici illustrati dai Dott.ri Alberto Peressini e Paola Morlacco. Ulteriori spunti di riflessione sulla diretta correlazione tra miglioramento della qualità di vita e impegno condiviso dell’intera comunità verranno forniti dalla Dott.ssa Maria Claudia Diotti, operatrice di un C.A.T., dal signor Fausto e dalla signora Silvia, referenti degli Alcolisti Anonimi e di Al-Anon.  

Le opinioni emerse dai gruppi costituiranno il punto di partenza della seconda serata nel corso della quale verranno portate le esperienze di persone e di famiglie che hanno deciso di avvalersi dei numerosi servizi distribuiti sul territorio carnico. 

Gli appuntamenti si inseriscono nell’ambito di un ampio spettro di attività sociali ed educative che le Amministrazioni della Val Tagliamento, il Servizio Sociale e le associazioni promuovono sinergicamente per rispondere alle specifiche esigenze delle diverse fasce d’età, dai giovani agli anziani. Progetti realizzati con e per le comunità, coprotagoniste di un percorso che, valorizzando i legami e le competenze già presenti sul territorio, intende incentivare la crescita di comunità sempre più attente, solidali ed inclusive che stanno bene e che fanno stare bene.